«

»

Mag 11 2017

Stampa Articolo

DIARIO DI BORDO

La Duecento 2017 – DAGOBAH 2 – YCVicenza

 

“Partiti venerdì 5 maggio alle 9:00 con un bel sole e vento leggero 6/8 nodi, la flotta si è subito sgranata al lasco in direzione Grado, con i più veloci a dettare il ritmo e le barche sotto costa premiate da una brezza leggera ma più costante.

Da Grado abbiamo iniziato a scendere lungo la penisola Istriana, bolina molto larga, perfetta per issare l’A0 che, dopo neanche due miglia, ci ha abbandonato finendo in acqua per il cedimento della piomba di testa dell’anti-torsione.

Barca ferma, recuperata la vela, e fuori il Jib col quale il nostro passo è nettamente inferiore.

Effettuata una riparazione di fortuna, gita in testa d’albero a recuperare drizza e testa del frullone; dopo un’ora circa l’A0 è tornato nuovamente a riva ed il nostro log finalmente segna 2 nodi in più, rimettendoci in gioco.

Il vento ha tenuto fino alle sette della sera, poi è andato ad intermittenza, con alcune soste in completa bonaccia durante la notte.

Sabato mattina cielo coperto e, davanti a noi, il Quarnaro con leggerissima aria da Sud Est e continui salti e buchi di vento; la traversata è stata una lenta ricerca dei refoli anche minimi per avanzare. Raggiungiamo il canale tra Sansego ed UniJe verso le tre del pomeriggio, quando inizia a soffiare più deciso l’atteso scirocco, vediamo i primi sfilare al largo con buona pressione ed alle quattro abbiamo anche noi un bel vento fresco, che si fa teso fino a 25/30 nodi.

Doppiato Sansego alle cinque circa … poco dopo è arrivata anche la pioggia.

Da lì al lasco, su il gennaker e tutta randa: una lunga cavalcata con circa 25 nodi che permettono a DAGOBAH 2 di partire in lunghissime planate a più di 13 nodi, oltre che per qualche straorza piuttosto violenta… così fino a oltre Rovigno; da lì in su il vento ha iniziato a calare attorno ai 15 nodi, girando progressivamente a Nord Est.

Giù il Gennaker e su l’A0, abbiamo cominciato quindi ad allontanarci dalla costa Croata ed a puntare su Caorle quando il vento va (troppo presto..!!) in rotazione verso Nord e poi Nord Ovest. A quel punto ci siamo trovati con vento leggero di bolina stretta a fare bordi, (la nostra andatura più sfavorevole) sino all’arrivo alle 8:23 della domenica mattina, esausti ma soddisfatti; regata con condizioni molto varie.

Secondi di classe a 11 minuti in compensato dai ragazzi di Take Five, (First 30) che hanno meritatamente vinto conducendo una regata impeccabile.

Bello essere così vicini a quelli bravi, avendone anche messi dietro diversi.

Equipaggio per 5/6 vicentino, nota di merito per Andrea Zerial, amico dello YCAdriaco di Trieste che è salito a bordo e ci ha certamente dato qualcosa in più, grazie alla sua esperienza specifica con barca analoga e in generale nelle competizioni d’altura.

Ora sotto a prepararci per la cinquecento..!!”

 

CON I COMPLIMENTI DI TUTTO LO YACHT CLUB VICENZA

per il secondo posto conquistato dal nostro socio

Giorgio Baschirotto e il suo equipaggio!!!!!

In attesa di un’altro bellissimo Diario di Bordo per la Cinquecento!

Buon Vento!

YCV

 

Permalink link a questo articolo: http://www.ycvicenza.com/2017/05/diario-di-bordo/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>